MENU
    1. Sicurezza Alimentare e Sostenibilità
    2. BRC Global Standard Food

BRC Global Standard per la sicurezza degli alimenti

Il BRC – Global Standard (BRCGS) per la sicurezza alimentare è uno standard globale specifico per la sicurezza dei prodotti agroalimentari nato nel 1998. Obiettivo della certificazione BRCGS è garantire che la qualità e la sicurezza dei prodotti alimentari a marchio del distributore siano ottenuti secondo standard qualitativi e rispetto di requisiti minimi definiti.

Lo standard BRC è accettato come uno degli standard di riferimento dalle principali catene distributive nazionali ed estere. Lo standard è applicabile a tutte le aziende che producono e/o trasformano prodotti alimentari, nonché agli impianti di stoccaggio che sono sotto il controllo diretto dell’azienda oggetto della certificazione.

Lo standard, inoltre, definisce i requisiti relativi ai prodotti commercializzati. In tal modo è possibile includere nello scopo di certificazione anche i prodotti finiti acquistati che vengono stoccati presso il sito produttivo oggetto della certificazione, ma realizzati (prodotti, trasformati e/confezionati) da altre aziende.

I principali elementi caratterizzanti lo standard sono:

  • buone pratiche di riferimento: GMP (Good Manufacturing Practice), GLP (Good Laboratory Practice) e GHP (Good Hygiene Practice)
  • un sistema HACCP
  • un sistema di gestione per la qualità documentato
  • controllo degli standard per gli ambienti di lavoro, per il prodotto, per il processo e per il personale
  • specifiche per materie prime, prodotto finito
  • sistemi di monitoraggio dei fornitori
  • sistemi di gestione dei rifiuti
  • controlli di processo
  • posizionamento del sito produttivo

I Vantaggi

I principali retailer europei richiedono la certificazione alimentare BRC ai fornitori che fanno parte della loro supply chain.

L’ottenimento di questa certificazione consentirebbe di:

  • aumentare la visibilità dell’azienda e agevolare il suo accesso al mercato;
  • significativa riduzione del numero di verifiche di seconda parte da parte dei propri clienti;
  • migliorare l’organizzazione produttiva grazie a un uso più efficace delle risorse e a una riduzione di scarti e rilavorazioni;
  • migliorare la comunicazione interna e adottare misure per aumentare la cultura aziendale in termini di sicurezza alimentare;
  • comunicare il proprio impegno sulla sicurezza alimentare;
  • in caso di incidente, limitare le conseguenze negative potendo dimostrare di aver intrapreso tutte le misure ragionevoli per evitarlo;
  • disporre di un potente strumento per migliorare la gestione della sicurezza alimentare, attraverso il controllo e monitoraggio dei fattori critici.

Iter di certificazione

Le fasi principali dell'iter di certificazione comprendono:

  • definizione dello scopo di certificazione
  • verifica preliminare (su richiesta): ha come obiettivo la valutazione preliminare della conformità dell’organizzazione rispetto ai requisiti dello standard
  • verifica di certificazione (Certification Audit): ha come obiettivo della valutazione della conformità dell’organizzazione rispetto ai requisiti dello standard e, in caso di superamento positivo della verifica, l’emissione del certificato e la pubblicazione dei dati aziendali sul sito di BRC
  • visite di rinnovo, con cadenza annuale o semestrale in base al grado raggiunto, che hanno lo scopo di verificare sia la conformità allo standard, sia il miglioramento continuo.
  • possibilità di scegliere le verifiche di rinnovo in modalità "non annunciata".

Moduli aggiuntivi

TÜV NORD Italia può offrire audit BRC combinati con i moduli volontari di seguito descritti.

Modulo volontario 12: AOECS Gluten-Free Foods

Questo modulo aggiuntivo è stato sviluppato in associazione con AOECS (Association of European Coeliac Societies), per definire i requisiti che i produttori di alimenti debbono soddisfare per garantire ai propri i clienti che i prodotti immessi sul mercato siano in grado di soddisfare le esigenze dietetiche delle persone intolleranti al glutine.

Il modulo AOECS Gluten-Free Foods potrà essere verificato insieme ad un audit di terza parte BRC Food, riducendo la necessità di un audit separato da parte di AOECS con conseguente riduzione dei costi e tempi di audit.

Modulo volontario 15: FSMA Preventive Controls Preparedness

FSMA - Food Safety Modernization Act sono requisiti relativi alla sicurezza alimentare dei prodotti destinati al consumatore finale e il loro approvvigionamento: questo modulo pone l'attenzione sulla prevenzione della contaminazione dei prodotti prima che vengano immessi sul mercato. Il suo scopo primario è aiutare le organizzazioni che producono prodotti alimentari a comprendere gli elementi prescrittivi nell'ambito dei controlli preventivi previsti nel FSMA e che non sono esplicitamente coperti dallo standard BRCGS food.

Il presente modulo è applicabile alle aziende che esportano o vorrebbero esportare prodotti e ingredienti negli Stati Uniti.

Modulo privato: "modulo ASDA AA" (sempre in combinazione con un audit non annunciato BRC food opzione 1)

Tutti i fornitori di prodotti a marchio del retailer inglese ASDA sono tenuti a sostenere ogni anno un’ispezione di parte seconda non annunciata. Al fine di ridurre i costi per i propri fornitori, ASDA in collaborazione con BRC, ha sviluppato il modulo facoltativo “ASDA AA” che potrà essere verificato insieme ad un audit di terza parte BRC purché sia condotto in forma non annunciata - Opzione 1.

TÜV NORD Italia S.r.l.

Sede Centrale
Via Filippo Turati 70
20023 Cerro Maggiore (MI) PEC: tuvnorditaliasrl@lamiapec.it

+39 0331 541488
Fax: +39 0331 478854

info@tuev-nord.it

TÜV NORD Italia S.r.l.

Sede di Bologna
Via Persicetana Vecchia, 28
40132 Bologna (BO) PEC: tuvnorditaliasrl@lamiapec.it

+39 051 6415128
Fax: +39 051 4144468

info@tuev-nord.it