MENU
  1. Certificazioni di Prodotto
  2. SIL secondo IEC 61508

Tutte le aziende sono tenute, in funzione delle disposizioni legislative in materia (DPR 547/55, DPR 303/56, D.Lgs. 626/94, D. Lgs. 494/96,…) a rispettare principi generali di prevenzione in materia di sicurezza e salute (al di là di quanto previsto da alcune Direttive Europee, come le Direttive PED, ATEX, Macchine).Uno degli aspetti fondamentali in questo campo è la sicurezza funzionale dei prodotti stessi, specie se utilizzati in applicazioni di sicurezza.

Per questi prodotti e sistemi, sta diventando sempre più utilizzata la norma IEC 61508 (Sicurezza funzionale di sistemi Elettrici/Elettronici/Elettronici Programmabili), che è applicabile ai più svariati settori industriali, dal settore dell’industria di processo (ad esempio chimico e petrolchimico), ai macchinari, al settore dei trasporti (e sono già uscite alcune norme specifiche di settore, come la IEC 61511 per l’industria di processo, e la IEC 62061 per i macchinari).La IEC 61508 definisce essenzialmente i seguenti aspetti:

  • i contenuti del Sistema Qualità Aziendale rispetto alla Sicurezza Funzionale dei prodotti (FSMS: Functional Safety Management System)
  • i metodi per la determinazione del PFD (Probability of Failure on Demand) o PFH (Probability of Failure per Hour), ovvero del SIL (Safety Integrity Level), ovvero della definizione dell’affidabilità di componenti, apparecchiature e sistemi utilizzati in applicazioni di sicurezza

I sistemi di sicurezza considerati sono in generale costituiti da:

  • Sensori e trasduttori
  • “Logic Solver” (con eventuale software di sicurezza)
  • Elementi finali (attuatori / Azionamenti della funzione di sicurezza)

PFD (o PFH) rappresenta la probabilità che un dispositivo o sistema non sia in grado di fornire la funzione di sicurezza richiesta: a questa probabilità corrisponde un livello di SIL, che è un numero intero (da un minimo di 1 ad un massimo di 4) per esprimere il livello di integrità di sicurezza del dispositivo/sistema di sicurezza in questione.

 Safety Integrity Level (SIL)  Average Probability of Failure on Demand (PFDavg)  Probability of Failure per Hour (PFH)  Risk Reduction Factor (RRF)
 SIL 4  ≥ 10-5 a < 10-4  ≥ 10-9 a < 10-8  > 10000 a ≤ 100000
 SIL 3  ≥ 10-4 a < 10-3  ≥ 10-8 a < 10-7  > 1000 a ≤ 10000
 SIL 2  ≥ 10-3 a < 10-2  ≥ 10-7 a < 10-6  > 100 a ≤ 1000
 SIL 1  ≥ 10-2 a < 10-1  ≥ 10-6 a < 10-5  > 10 a ≤ 100

Sistemi di sicurezza ai quali è connesso un rischio più elevato richiedono i più alti valori di SIL.

L’analisi dell’affidabilità di un impianto e la certificazione dei suoi componenti in conformità con la IEC 61508 è quindi un metodo efficace e internazionalmente accettato per garantire e dimostrare il livello di affidabilità di un dispositivo, sistema o impianto con implicazioni di sicurezza, ovvero con rischi per l’uomo, l’ambiente, le cose.

Sono essenzialmente tre le tipologie di certificazioni possibili e richieste dal mercato:

  1. Certificazione dell’hardware in conformità alla IEC 61508 Questa certificazione contiene generalmente una FMEDA (Failure Modes, Effects and Diagnostic Analysis) per determinare il comportamento in caso di guasto: la PFD è calcolata dalle probabilità di guasto dei componenti (elettrici e/o meccanici), ricavate da manuali appositi.
  2. Certificazione hardware con considerazioni “proven in use” in conformità a IEC 61508 / 61511 Questa certificazione prevede anche il calcolo di SIL basato su dati storici relativi al funzionamento del prodotto sul campo (si considera cioè la frequenza relativa dei guasti rilevati sul campo, ovvero con dispositivo “proven in use”).
  3. Certificazione completa in conformità a IEC 61508
    Questa Certificazione, oltre a quanto previsto in 1) o 2), prevede anche la certificazione del FSMS, ovvero la certificazione della capacità aziendale di evitare e controllare i guasti durante la progettazione e lo sviluppo del prodotto.

La Certificazione SIL sta sempre più spesso diventando un requisito contrattuale in bandi di gara per forniture importanti, sia per prodotti/sistemi meccanici che per prodotti elettrici / elettronici.

TÜV NORD Italia è in grado di fornire tutti i servizi necessari supportarvi per l’ottenimento della Certificazione SIL, sia per quello che riguarda la Certificazione del Functional Safety Management System (FSMS), sia per quello che riguarda la verifica e la Certificazione SIL dei prodotti.

Nel dettaglio, TÜV NORD Italia può fornire i seguenti servizi:

  • Corsi di formazione sull’applicazione delle norme IEC 61508 / 61511 in azienda
  • Supporto tecnico in tutte le fasi dell’attività, dalla verifica dei requisiti, alla messa a punto del FSMS, al mantenimento nel tempo dei requisiti
  • Supporto tecnico sulla messa a punto della documentazione necessaria: Safety Plan, Safety Requirements Specifications, Safety Analysis Reports, altre procedure aziendali
  • Analisi dei rischi dell’impianto
  • Valutazioni di affidabilità di sottosistemi con utilizzo di FMEDA
  • Valutazioni di affidabilità di sottosistemi con utilizzo di metodo “proven in use” V
  • alutazione di affidabilità di sistemi complessi con i metodi “Reliability Diagrams” e “Markov Models”
  • Valutazioni dell’affidabilità del software
  • Certificazione SIL di sistemi e componenti utilizzati in sistemi di sicurezza
  • Certificazione del FSMS

TÜV NORD Italia S.r.l.

Sede Centrale
Via Filippo Turati 70
20023 Cerro Maggiore (MI)

+39 0331 541488
Fax: +39 0331 478854

info@tuev-nord.it

TÜV NORD Italia S.r.l.

Sede di Bologna
Via Persicetana Vecchia, 28
40132 Bologna (BO)

+39 051 6415128
Fax: +39 051 4144468

info@tuev-nord.it