MENU

Entra nel vivo la terza fase del “Bando innovazione delle filiere di economia circolare in Lombardia” promosso da Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Unioncamere Lombardia e Regione Lombardia. Le micro, piccole e medie imprese lombarde - in forma singola o in aggregazione composta da almeno tre aziende rappresentanti la filiera - hanno a disposizione fino a 80.000 euro a fondo perduto pari al 40% dei costi ammissibili per realizzare progetti che promuovano l’economia circolare e per progetti di eco-design che tengano conto dell’intero ciclo di vita del prodotto secondo la metodologia LCA (Life Cycle Assessment).

Obiettivo del bando è favorire la transizione delle imprese lombarde verso un modello di economia circolare e sostenibilità ambientale, come anche verso la riqualificazione dei settori e delle filiere con il riposizionamento competitivo degli interi comparti rispetto ai mercati.

Le idee progettuali possono riguardare diversi ambiti d’intervento, attinenti in particolare all’approvvigionamento energetico attraversi fonti rinnovabili, il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini e la riduzione della produzione dei rifiuti e alla promozione di un eco-design di prodotto che porti a una maggiore efficienza nell’uso delle risorse. Importante anche lo sforzo verso l’allungamento della vita utile dei prodotti nonché la loro riciclabilità.

Questa terza fase del bando è la prosecuzione delle prime due fasi, ma non è necessario aver partecipato al precedente Bando per poter presentare domanda di contributo. Le domande di contributo sono da presentare esclusivamente tramite modalità telematica dalle ore 10:00 del 27 gennaio alle ore 12:00 del 13 marzo 2020 esclusivamente tramite il portale webtelemaco.infocamere.it. Gli esiti della valutazione, con gli elenchi delle imprese ammesse e non ammesse in graduatoria, saranno approvati entro il 12 maggio 2020.

Con le sue quasi 31.000 imprese ecoinvestitrici, Milano si posiziona in vetta alla classifica nazionale, sia per numero assoluto di imprese, sia per l’incidenza che hanno sul totale delle imprese della provincia, valore che nel capoluogo lombardo supera il 35%. È quanto emerge da dati Unioncamere diffusi attraverso il rapporto GreenItlay 2019. In Italia sono ormai più di 3 milioni i green jobs, il 13,4% degli occupati, con 432.000 imprese che, negli ultimi 5 anni, hanno investito sulla green economy. 

Sito ufficiale dedicato al bando: sites.google.com/lom.camcom.it/economiacircolare

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a contattare i nostri uffici o scriverci all’indirizzo sistema@tuev-nord.it